Registrato il nuovo sito al dominio "GOV.IT"

Logo dominio "GOV.IT"

 

Si informa che, in ottemperanza alla Direttiva n. 8/2009 del Ministro della Pubblica Amministrazione e l'Innovazione,

è stato pubblicato il nuovo sito del Comune di San Nicola Manfredi al dominio GOV.IT, il cui indirizzo è:

 

www.sannicolamanfredi.gov.it

...

SAN NICOLA MANFREDI:«Le associazioni che dispongono di edifici comunali dovranno pagare le utenze»
Data pubblicazione : 09-12-2011

Consigliere Carmine FioreL’esigenza di promuovere le attività del mondo associativo deve coniugarsi alla tutela degli equilibri finanziari, già precari, dell’ente comunale.
E’ questa la posizione della maggioranza guidata da Fernando Errico che intende  rimodulare in maniera efficiente e razionale il rapporto con il variegato mondo associativo che opera sul territorio. La questione più importante è quella degli immobili di proprietà comunale concessi alle varie associazioni che però in alcuni casi non hanno ottemperato agli obblighi ai quali erano tenute.
Il capogruppo consiliare Carmine Fiore, che possiede la delega ai rapporti con le associazioni, precisa che «l’amministrazione è impegnata sin dal suo insediamento a sostenere le attività associative, che costituiscono una insostituibile fonte di ricchezza per la crescita del territorio. Ma la delicatezza della congiuntura economica che stiamo attraversando impone determinazione e chiarezza nelle scelte, soprattutto su una questione di essenziale importanza come quella degli edifici comunali che ospitano le sedi delle associazioni”.
La linea, quindi, prevede che alcune utenze siano a carico degli stessi gruppi associativi che occupano plessi comunali.
“Sin dalla fine del 2006 avevamo invitato alcune associazioni ad eseguire - spiega Carmine Fiore - la voltura di utenze come acqua ed energia elettrica, affinché il costo delle bollette non gravasse sulle casse comunali.
Nonostante varie sollecitazioni, questo però in alcuni casi non è accaduto ed infatti qualcuno ha già ricevuto una missiva da parte degli uffici comunali preposti con la quale le viene comunicato che il mancato adempimento di quest’obbligo contrattuale comporta la revoca della concessione dell’edificio”.
Non si tratta di un caso singolo, dal momento che l’amministrazione ha deciso di adottare una linea di condotta univoca, senza distinzioni di sorta ed in modo che le regole valgano per tutti: “E’ una scelta uniforme - precisa Fiore - dettata dal buon senso e dalla necessità di ridurre le spese in una fase particolarmente delicata. D’ora in avanti chiunque vorrà disporre di edifici comunali per finalità associativa dovrà impegnarsi nella stipula di un contratto che lo impegna al pagamento delle utenze, pena la risoluzione per inadempimento contrattuale”. Salvaguardare gli equilibri finanziari dunque, ma anche valorizzare la straordinaria riserva di energia creativa di cui le associazioni sono portatrici.
“Il nostro impegno - conclude Fiore- resta quello di potenziare la  rete di rapporti che lega l’amministrazione al mondo associativo. Nutro simpatia per tutti i gruppi che con dedizione si impegnano a contribuire alla crescita culturale di questo territorio. Per questa ragione sono anche impegnato a soddisfare le richieste di nuove associazioni, come Labos ed Enpa, che hanno inoltrato richiesta per la concessione di una sede dove svolgere le loro attività. Compatibilmente con le risorse disponibili, l’impegno è quello di soddisfare le esigenze e di impostare un rapporto con le associazioni che sia armonico e basato sulla reciproca correttezza”.

indietro
HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.057 secondi
Powered by Asmenet Campania