Registrato il nuovo sito al dominio "GOV.IT"

Logo dominio "GOV.IT"

 

Si informa che, in ottemperanza alla Direttiva n. 8/2009 del Ministro della Pubblica Amministrazione e l'Innovazione,

è stato pubblicato il nuovo sito del Comune di San Nicola Manfredi al dominio GOV.IT, il cui indirizzo è:

 

www.sannicolamanfredi.gov.it

...

Ā«Situazione migliorata, ma alcuni problemi vanno affrontati con decisioneĀ»
Data pubblicazione : 04-01-2012

Sindaco Fernando Erricoda Il Sannio Quotidiano del 02 Gennaio 2012

SAN NICOLA MANFREDI - Sette mesi fa Fernando Errico è tornato alla guida dell’amministrazione comunale di San Nicola Manfredi. Con il primo cittadino sannicolese un bilancio del periodo trascorso alla guida del Comune ed uno sguardo all’anno che è appena iniziato.
Qual è la situazione finanziaria dell’ente? Quanto la crisi sta influendo sulle finanze comunali?
“La congiuntura nazionale ed internazionale che stiamo vivendo chiama tutti, nel nostro Paese, ad una stagione di sacrifici. Stiamo senz’altro assistendo ad un radicale cambiamento che auspico possa  generare anche una necessaria ricomposizione del rapporto tra classi dirigenti e cittadini, quel recupero della credibilità della politica che resta l’unico strumento disponibile per la risoluzione dei problemi. Nel nostro comune, quello che ci attende è un anno senza dubbio delicato, soprattutto sul versante degli equilibri contabili. Non abbiamo mai nascosto nulla, sappiamo ed abbiamo chiarito che vanno sciolto alcuni nodi, affrontati, anche con decisione, alcuni problemi.
Rispetto a qualche mese fa la situazione è già migliorata, abbiamo ad esempio versato ai dipendenti tutte le mensilità arretrate ed ora che manca soltanto il mese di dicembre siamo di fatto a regime. Ma certamente occorrono politiche amministrative improntate alla riduzione della spesa, con interventi finalizzati sia a ridurre le uscite che ad incrementare le entrate”.
Ormai prossima alla risoluzione la vertenza stipendi, avete in agenda una riforma della macchina comunale?
“Stiamo predisponendo una complessiva rimodulazione degli organismi dell’ente, poiché dalle ricognizioni eseguite sullo stato finanziario abbiamo appurato che la cifra che spendiamo per il personale dipendente è oggettivamente troppo elevata. Il primo passo in questa direzione è una modifica al Regolamento dei Servizi che, tra qualche settimana, sarà all’esame del civico consesso. L’ipotesi allo studio è quella di sostituire i pomeriggi lavorativi, che erano due a settimana, con l’abolizione del sabato festivo, una modifica che secondo le stime potrebbe generare un sensibile risparmio di cassa. Così come in nome dell’oculatezza è stata eseguita la scelta di affidare la responsabilità dell’Area Tecnica ad un assessore, che ricopre quest’incarico a titolo assolutamente gratuito. L’obiettivo generale è e resta quello di conciliare l’esigenza di migliorare lo standard dei servizi offerti al cittadino con la salvaguardia degli equilibri contabili, che è in questo frangente una priorità. Sarà fondamentale anche una revisione delle politiche d’imposizione fiscale, senza nessun particolare inasprimento, ma certo attraverso un adeguamento delle aliquote alla media dei piccoli comuni ed una lotta decisa all’evasione fiscale.
Politiche ambientali e culturali restano invece delle priorità?
“Restano due cardini della nostra azione amministrativa. Le politiche ambientali sono tra i fiori all’occhiello della nostra azione amministrativa. Abbiamo ottenuto il riconoscimento di ‘comune riciclone’ e la raccolta differenziata raggiunge ormai percentuali assolutamente lusinghiere. Abbiamo avviato da poco la raccolta degli oli vegetali esausti e nel mese di ottobre organizzato una ‘giornata ecologica’  che ha visto la collaborazione proficua di scuola e associazioni. Continueremo a percorrere il sentiero che conduce alla tutela del nostro patrimonio paesaggistico, alla salvaguardia del nostro habitat naturale, un patrimonio comune che proteggeremo con sempre maggiore slancio. La cultura riveste poi una fondamentale importanza per la crescita sociale dei nostri territori.
Compatibilmente con le risorse disponibili, abbiamo già offerto ai concittadini momenti sia di riflessione sia di svago. Abbiamo onorato con una pregevole manifestazione il centocinquantenario dell’Unità nazionale, messo in palio borse di studio per la riscoperta delle radici storiche del nostro territorio, commemorato i nostri caduti ed in ultimo salutato l’arrivo delle festività natalizie con il patrocinio ad iniziative di spessore, come il calendario delle nostre bellezze paesaggistiche ed il concerto di musica classica. E’ un percorso che continueremo a percorrere perché crediamo fermamente nel valore formativo delle attività che mirano a promuovere le bellezze del territorio, ad accrescerne la forza attrattiva a cementare la coesione di una comunità che è viva ma al contempo ricca di potenzialità che vanno stimolate affinché possano completamente esprimersi”.
Qual è il rapporto con le molte associazioni presenti sul territorio?
“Sono una risorsa vitale per il territorio, con tutte quelle presenti sul territorio cerchiamo di mantenere rapporti improntati alla collaborazione fattiva. Abbiamo già annunciato che siamo disponibili, in linea con le risorse a disposizione, ad assegnare una sede a chi ancora non ne possiede una e ne ha fatto richiesta, ma anche specificato che ognuno dovrà poi farsi carico delle spese e delle utenze, senza eccezioni. Occorre per il nuovo anno uno sforzo che sia davvero condiviso”.

indietro
HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.074 secondi
Powered by Asmenet Campania